DEXYS MIDNIGHT RUNNERS



Biografia relativa agli anni '80

Il gruppo è costituito da Kevin Rowland (1953, voce-chitarra) e Jimmy Patterson (trombone).
Si formano nel 1978, chiamandosi così in omaggio alla dexedrina. Rowland è nativo di Birningham ma ha forti radici irlandesi.
Grazie ad un tour di spalla agli "Specials" ottengono visibilità e contratto con la Parlophone. Il primo 45 giri vede la luce intorno al 1980, si chiama "Dance stance".
In seguito l'album "Geno" sintetizza alla perfezione lo stile del gruppo, e vola dritto ai primi posti della classifica Uk.
Nel 1981 esce "Searching for the young soul rebels", geniale connubio tra soul, punk e rock.
Il leader spinge il gruppo alla pubblicazione di 45 poco conosciuti e radiofonici, e ciò provoca una scissione interna (Rowland e il trombonista Patterson mantengono la sigla, mentre gli altri fondano i Bureau). Sempre nel 1981 i Dexys Midnight Runners firmano "Show me", album che prosegue l'ondata di attenzioni e "Liars A to E", che passa invece inosservato.
Nel 1982 entrano ben tre violinisti, così il look diventa più zingaresco e folk. E' di questo anno l'uscita di "Come on Eileen", il singolo più conosciuto della formazione, che rimase per parecchie settimane al primo posto della classifica Uk.
Nell'album che lo conteneva, ovvero "Too rye ay" c'era anche una cover di Van Morrison, "Jackie Wilson said".
Nel 1983 "Come on Eileen" è la canzone dell'anno ai Brit Awards e numero 1 anche in America.
L'atteso terzo album "Don't stand me down" conferma il gruppo, ma risulta più scontato e con una formula già sperimentata. L'ultimo 45 giri è "Because of you", che diventa sigla di una nota sit-com della Bbc.
Sul finire degli anni '80 Rowland tenta nuovamente la carriera solistica con "The Wanderer" che, nonostante il nome dei Dexys ancora in copertina, vende poco e segna il ritiro del musicista.
 


Discografia essenziale degli anni '80

1980 - Searching for the young soul rebels
1982 - Too-Rye-Ay
1985 - Don't stand me on

 


   
DISCLAIMER:
Questo sito è a carattere completamente amatoriale ed apolitico, apartitico e senza scopo di lucro. Rappresenta unicamente gli hobbies e gli interessi artistici e tecnici di Federico Stella
L'autore del sito è disponibile ad integrare, correggere ed eliminarne i contenuti, previa segnalazione via mail a: federico@federicostella.it
Il sito non viene aggiornato con cadenza periodica e in quanto tale non può essere considerato testata giornalistica e non rientra tra le categorie soggette all'iscrizione al Roc Registro Operatori della Comunicazione.
Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari;  marchi di terzi, nomi di prodotti, nomi commerciali, nomi corporativi e società citati possono essere marchi di proprietà dei rispettivi titolari o marchi registrati d’altre società e sono stati utilizzati a puro scopo esplicativo ed a beneficio del possessore, senza alcun fine di violazione dei diritti di Copyright vigenti; tutte le informazioni ed i contenuti (testi, grafica ed immagini) riportate sono, al meglio della mia conoscenza, di pubblico dominio.
Se, involontariamente, è stato pubblicato materiale soggetto a copyright o in violazione alla legge si prega di comunicarlo e provvederò immediatamente a rimuoverlo.
Non ritengo avere alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere attraverso i collegamenti presenti sulle mie pagine ed anche con queste non intendo violare alcun diritto di Copyright.
Questo sito non contiene cookies di profilazione, ai sensi del provvedimento 08/05/2014.