JOHN FOXX



Biografia relativa agli anni '80

John Foxx è in realtà all'anagrafe "Dennis Leigh".
Nel 1980, un anno dopo l'uscita dagli Ultravox, del quale era stato cantante e leader, pubblica "Metamatic", cui fanno da corollario i singoli "Underpass" e "No one driving".
Il disco si distingue subito per un minimalismo elettronico glaciale nelle atmosfere, ma aperto anche a soluzioni melodiche.
Ottiene un buon risultato di vendite, e diventa la bibbia del nascente fenomeno techno pop.
Seguono due 45 giri, ovvero "Burning Car" e "Miles away".
John Foxx si dedica anche alla stesura di un romanzo, "The quiet man", ispirato all'omonimo brano scritto per gli Ultravox. Nel 1981 allestisce a Londra uno studio di registrazione, denominato "The Garden". L'album omonimo ha come pezzo trainante "Europe after the rain". Nel libretto allegato Foxx descrive il proprio manifesto di intenti, dichiarando l'amore per l'architettura, per la campagna, fotografia ed arti grafiche.
L'inclinazione per i suoni solenni e decadenti è ribatita in "The golden section", e il discreto successo della nuova versione del 45 giri apripista "Endlessly" convince l'artista a intraprendere la prima tournée dall'epoca di "Systems of romance" degli Ultravox. Segue "In mysterious ways", con cui Foxx decide il ritiro dalle scene per dedicarsi allo studio ed alle numerose passioni extra-musicali.
Sul finire degli anni '80 si segnala un ritorno con lo pseudo "Nation 12" e due Ep in chiave Techno.


Discografia essenziale degli anni '80

1980 - Metamatic
1981 - The garden
1983 - The golden section
1985 - In mysterious ways

 


   
DISCLAIMER:
Questo sito è a carattere completamente amatoriale ed apolitico, apartitico e senza scopo di lucro. Rappresenta unicamente gli hobbies e gli interessi artistici e tecnici di Federico Stella
L'autore del sito è disponibile ad integrare, correggere ed eliminarne i contenuti, previa segnalazione via mail a: federico@federicostella.it
Il sito non viene aggiornato con cadenza periodica e in quanto tale non può essere considerato testata giornalistica e non rientra tra le categorie soggette all'iscrizione al Roc Registro Operatori della Comunicazione.
Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari;  marchi di terzi, nomi di prodotti, nomi commerciali, nomi corporativi e società citati possono essere marchi di proprietà dei rispettivi titolari o marchi registrati d’altre società e sono stati utilizzati a puro scopo esplicativo ed a beneficio del possessore, senza alcun fine di violazione dei diritti di Copyright vigenti; tutte le informazioni ed i contenuti (testi, grafica ed immagini) riportate sono, al meglio della mia conoscenza, di pubblico dominio.
Se, involontariamente, è stato pubblicato materiale soggetto a copyright o in violazione alla legge si prega di comunicarlo e provvederò immediatamente a rimuoverlo.
Non ritengo avere alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere attraverso i collegamenti presenti sulle mie pagine ed anche con queste non intendo violare alcun diritto di Copyright.
Questo sito non contiene cookies di profilazione, ai sensi del provvedimento 08/05/2014.