BIRTHDAY PARTY



Biografia relativa agli anni ’80

I Birthday Party sono Nick Cave (1957, voce), Rowland S.Howard (1959, chitarra), Mick Harvey (1958, piano-chitarra-batteria), Tracy Pew (basso), Phil Calvert (batteria).
Negli anni ’70, ancora adolescente Nick Cave fa le prime esperienze musicali con alcuni compagni dell’istituto di arte che frequenta a Melbourne. Nel 1980, traendo spunto da “Delitto e castigo”, il gruppo di Nick Cave si ribattezza Birthday Party e dopo il singolo Mr. Clarinet realizza il primo album, il cui suono cupo e distorto echeggia Captain Beefheart e Pere Ubu. Sul finire dell’anno grazie al dj inglese della Bbc John Peel esce in Inghilterra il singolo “The friend Catcher”, su etichetta 4Ad.
I Birthday Party, grazie al contratto con questa nuova casa discografica e all’interesse crescente del pubblico inglese, si trasferiscono a Londra. Nonostante l’instabilità emotiva del gruppo, vittima della tossicodipendenza (Nick Cave lo sarà per anni), confezionano “Prayers on fire”. L’album appare come un “visionario capolavoro di crossover tra punk, blues e rock’n’roll primigenio“.

Al ritorno negli Stati Uniti, programmano un tour che si rivelerà purtroppo disastroso. In quell’occasione conoscono Lydia Lunch, con cui dividono i solchi del mini dal vivo “Drunk on the Pope’s blood”.

Nuove sedute di studio fruttano un album, ovvero “Junkyard”, che propone le stesse atmosfere del lavoro precedente.

Il gruppo intraprende un tour in Australia, documentato dal postumo “It’s still living” (1985).

Nel 1982 esce il singolo “Some velvet morning” e alla fine dell’anno con l’abbandono di Phil Calvert il gruppo si trasferisce a Berlino.
In Germania con Mick Harvey alla batteria i Birthday Party eseguono alcune incisioni, e vanno a costituire il corpo di “The Bad Seed” e “Munity!”.
A questo punto la band non esiste ufficialmente più, e Nick Cave nel 1984 intraprende la carriera solistica affiancato da una formazione (I Bad Seed appunto) di cui fa parte anche Harvey.
Tracy Pew si unisce per breve tempo ai Saints e morirà di overdose alla fine del 1986.
Per quanto riguarda Nick Cave, questo è il preludio di tutta una serie di successi che culmineranno negli anni ’90 con presigiose collaborazioni (tra cui Pj Harvey e Kylie Minogue).


Discografia essenziale degli anni ’80

1980 – The Birthday Party
1981 – Prayers on fire
1982 – Drunk on the Pope’s blood
1982 – Junkyard
1983 – The Bad Seed
1983 – Munity