Corriere di Novara
08 Novembre 1990

 

L’ARTICOLO:

RADIO AZZURRA NOVARA HA QUINDICI ANNI

 

Da un piccolo locale alla periferia nord di Novara, in via Formaggio, alle 14 in punto del 14 ottobre del 1975, un appassionato Radioamatore con alcuni amici iniziava le trasmissioni di Radio Azzurra. Sono passati 15 anni da quel giorno e proprio in questo periodo nei nuovi studi di via Tornielli è gran festa per l’emittente novarese. “Nulla di particolarmente pomposo – ci ha spiegato il proprietario di Ran, l’imprenditore Ugo Ponzio, proprio il radioamatore che la fece nascere nel ’75 – la festa per i quindici anni dell’attività di “Azzurra” è semmai dedicata ai nostri fedelissimi ascoltatori. Così abbiamo organizzato un concorso che durerà fino a Natale e che consentirà a quanti seguono i nostri programmi di vincere moltissimi premi di un certo valore: dal mezzo milione in su (Tv Color, giacconi in pelle, autoradio…). Come si partecipa? E’ facile: occorre prenotarsi telefonicamente e, quando richiamati, indovinare lo spot pubblicitario trasmesso appena prima dello “stacchetto” “Buon Compleanno Azzurra”.
Intanto il gioco, iniziato da una decina di giorni ha già un primo vincitore: Daniela Forte che rispondendo esattamente ad una telefonata effettuata lo scorso 2 novembre alle 18.30 si è aggiudicata un’autoradio della Sony.

Da circa un mese – ci spiega Ugo Ponzio – la nostra emittente si è rinnovata. Pur mantenendo vivo lo spirito che ci accompagna dall’esperienza di via Formaggio e dagli anni belli della sede in corso Italia, abbiamo un po’ cambiato la proposta musicale: ora Ran trasmette più musica italiana. Un cambiamento accolto favorevolmente nelle sei province “toccate” dalle nostre onde (Novara, Vercelli, Varese, Pavia, Alessandria e Milano) dove l’utenza potenziale supera il milione e mezzo di persone”.

E la nuove legge sull’emittenza? “Per noi – conclude Ponzio – va benissimo in quanto almeno rimane un punto fermo per evitare il caos che prima c’era nell’etere. In quanto ad ore da riservare all’informazione non abbiamo problemi, perchè da noi l’informazione si è sempre fatta. Con la nuova legge una radio come “Azzurra” avrà una maggiore tranquillità di lavoro e ciò consentirà di fare ulteriori investimenti per poter essere sempre vicini ai problemi della gente e per poter ancora rappresentare una gradevole “colonna sonora” dei novaresi.

G.D.B.