DEVO



Biografia relativa agli anni ’80

I Devo sono Mark Mothersbaugh (voce-chitarra-tastiere), Bob Mothersbaugh (chitarra-voce), Bob Casale (chitarra-tastiere-voce), Gerald Casale (basso-voce) e Alan Myers (batteria).
Il termine Devo sta a significare “de-evolution” ovvero regresso di processo evolutivo, di cui l’umanità schiava della tecnologia starebbe subendo i devastanti effetti. Si formano ad Akron, città dell’Ohio, tra il 1973 e il 1976.
L’esordio è datato 1977, con “Mongoloid” e numerosi videoclip con bizzarri costumi di scena.
Nel 1980 esce “Freedom of Choice”, album in cui i Devo abbandonano il rock più aggressivo degli esordi (di “We are not Man”). Le liriche e gli immancabili video rimangono comunque eccentrici e irriverenti.
Tra il 1981 e il 1984 la carriera dei Devo si trascina sui binari di un pop elettronico originale ma poco incisivo, il cui maggior successo è “New traditionalists”.
Negli stessi anni escono le colonne sonore di “Heavy metal” e di “Doctor Detroit”, insieme ad un’antologia di video.
Dal 1984 al 1988 i Devo sono pressochè inattivi, ma nel 1989 il gruppo si ripresenta con un nuovo batterista (ex degli Sparks) e scelte stilistiche più pop e ballibili. La reunion passa quasi inosservata, l’unico album degno di nota è “Now it can be told”. A seguire la nuova separazione, Mark Mothersbaugh prosegue nelle sperimentazioni elettroniche avviate con il progetto “Muzik for imsoniac” e si dedica con successo alla musica per infanzia e colonne sonore.
Per quanto riguarda invece Gerard Casale, si dedica esclusivamente alla regia di videoclips.


Discografia essenziale degli anni ’80

1980 – Freedom of choice
1980 – Live (live)
1981 – New traditionalists
1982 – Oh no! It’s Devo
1984 – Shout
1988 – Total Devo
1989 – Now it can be told