ECHO & THE BUNNYMEN



Biografia relativa agli anni ’80:

Echo & The Bunnymen sono uno dei gruppi concettualmente più riusciti dell’ondata new wave inglese dei primi anni ’80. Si formano a Liverpool nel 1978 prendendo il nome da una batteria elettronica battezzata Echo.

Lo stile è ipnotico, decadente ed evocativo nonchè ricco di riferimenti sia ai Velvet Underground che ai Doors. Viene definito “nuova psichedelia”.

Nel 1981, a seguire le prime esibizioni americane e un lungo tour britannico, “A promise” ed “Heaven up here” mostrano un ensemble più arioso, raffinato ed elegante.
In quell’anno il gruppo fa tappa negli Stati Uniti, in Australia ed in Nuova Zelanda.

Nel 1985 si esibiscono a Glastonbury e danno alla luce alla prima antologia di successi “Songs to learn and sing”.

Nel 1987 esce “Echo & The Bunnymen”, per il mercato americano, che non convince i musicisti ma è n.4 in Gran Bretagna grazie a “The Game” (celebre è il videoclip) e “Lips like sugar”.

Nel 1988 l’ultimo concerto, dopo la separazione di Ian McCulloch dai compagni, viene svolto in Giappone.


Discografia essenziale degli anni ’80:

1980 – Crocodiles
1981 – Heaven up here
1983 – Porcupine
1984 – Ocean rain
1987 – Echo & The Bunnymen