EURYTHMICS



Biografia relativa agli anni ’80:

Gli Eurythmics sono Annie Lennox (1954, voce-tastiere-flauto) e Dave Stewart (1952, chitarra-tastiere-voce).
Dave Stewart è originario di Sunderland, mentre Annie Lennox è scozzese di Aberdeen, innamorata della musica nera.
I due si incontrano a Londra, e l’idillio sentimentale ed artistico tra i due porta alla nascita dei “Catch” e ad un solo singolo, “Borderline”, nel 1977.
Il quintetto si scioglie dopo aver pubblicato tre album di discreto successo e due hits da Top 10.

Nel 1981, desiderosi di sperimentare una nuova forma di pop elettronico i due varano il progetto Eurythmics (da euritmia, ovvero “armonia di forme”) e incidono “In the garden” con musicisti del calibro dei D.a.f. e Can.

Nel 1982, mentre l’album d’esordio attira critiche positive ma vendite sotto lo zero, il singolo “Love is a stranger” precede “Sweet dreams”, in assoluto probabilmente la canzone più conosciuta del gruppo.

Il nuovo look androgino di Annie e l’orecchiabilità del brano portano il gruppo a raggiungere le prime posizioni (ma mai la vetta) delle classifiche del tempo.
Nel 1983 esce l’album “Touch” che conteneva “Who’s that girl”, “Right by your side” e la struggente e malinconica “Here comes the rain again”. Mtv ha un ruolo fondamentale nella promozione del duo, soprattutto con quest’ultimo videoclip.

Gli Eurythmics accentuano la composizione dance pubblicando anche una versione rmx dell’album “Touch dance” a cura di Francois Kevorkian e John “Jellybean” Benitez.
Il singolo “Sexcrime” è ai primi posti delle classifiche, mentre delude la colonna sonora del film “Orwell 1984” da cui è tratto.

Tra il 1985 e il 1986 danno alla luce a “Be yourself tonight” che segna una decisa sterzata verso il rhythm & blues (vero primo amore della Lennox) con brani tipo “Would I lie to you” e “There must be an angel”. In quest’ultimo brano è degna di nota la segnalazione della presenza di un assolo di armonica di Stevie Wonder.

Gli Eurythmics duettano poi con Aretha Franklin nel brano “Sisters are doing for themself”.
Alla fine del 1986 esce l’album “Revenge” noto per contenere la canzone “Thorn in my side”.

L’unione sentimentale dei due va verso la crisi, ed Annie Lennox si dedica per qualche tempo alla carriera di attrice, mentre Stewart “fa il produttore” di Aretha Franklin, Daryl Hall, Tom Petty e Mick Jagger.

Tra il 1987 e il 1989 Dave sposa l’ex Bananarama Siobhan Fahey appena esce l’album “Savage” (decisamente mediocre), e a seguito del matrimonio è crisi aperta in casa Eurythmics.

Gli anni ’90 sono dominati dai lavori solisti di Annie Lennox (“Why”, “Walking on broken glass” e la cover dei “Lover Speaks” intitolata “No more I love you’s” sono tra le testimonianze più celebri) e qualche collaborazione di Dave Stewart (di cui si ricorda “Heart of stone”).


Discografia essenziale degli anni ’80:

1981 – In the garden
1983 – Sweet dreams (are made of this)
1983 – Touch
1984 – 1984 (for the love of big brother)
1985 – Be yourself tonight
1986 – Revenge
1987 – Savage
1989 – We too are one