GENERATION X



Biografia relativa agli anni ’80:

I Generation X sono noti più che altro per essere stati il primo gruppo di Billy Idol, all’anagrafe “William Broad”.

Erano composti da Billy Idol appunto (1955, voce), Bob Andrews (chitarra-voce), Tony James (basso-voce), Mark Laff (batteria).

Il primo nucleo del gruppo si forma nel 1976 a Londra, e si chiama “Chelsea”. Il debutto dal vivo, come “Generation X”, è datato dicembre 1976.

Nel 1977, in giugno Mark Laff entra a far parte del gruppo e un mese più tardi la band viene ingaggiata dalla Chrysalis. In quello stesso anno il gruppo realizza i singoli “Your generation” e “Wild youth”, eccellenti dimostrazioni dello stile del quartetto, a metà tra punk e pop.

Nel 1978 viene realizzato un 45 giri sixties, “Ready steady go”, che apre la strada all’omonimo album d’esordio. Quest’ultimo diventerà una delle pietre miliari del primo punk britannico.

Nel 1979 “Valley of the dolls” denota l’avvicinamento della band al glam. All’interno dell’album oltre al singolo omonimo trovavano spazio “King rocker” e “Friday’s angels”. Dopo una lunga serie di concerti che tocca anche il Giappone, Andrew e Laff danno le dimissioni e vengono sostituiti da James Stephenson e Terry Chimes.

Nel 1981 viene pubblicato con lo pseudonimo “Gen X” l’album “Kiss me deadly”, che conteneva una prima incisione di “Dancing with myself”, cavallo di battaglia di Billy Idol.

Con il trasferimento a New York Billy Idol abbandona il progetto con gli altri suoi compagni, e decide di continuare gli anni ’80 come solista, realizzando ampi successi commerciali, ma di scarso valore artistico.

Tony James tornerà a metà degli anni ’80 a far parlare di sè nella formazione dei “Sigue Sigue Sputnik”, un gruppo trasversale di dance elettronico-tribale-ossessiva, immagine choc ed atteggiamenti provocatori.
Successivamente, entrerà nell’enourage dei “Sisters Of Mercy”.

Per quanto riguarda Bob Andrews, formerà un gruppo pop-dance dal nome di “Westword”, che passerà inosservato.


Discografia essenziale degli anni ’80:

1981 – Kiss me deadly