ROXY MUSIC



Biografia relativa agli anni ’80:

I Roxy Music sono noti per essere stati il gruppo di Bryan Ferry e Brian Eno.
Erano composti da Bryan Ferry (1945, voce-piano), Phil Manzanera (1951, chitarra), Andy Mackay (1946, sax-oboe), Graham Simpson (basso-voce), Paul Thompson (1951, batteria), Brian Eno (1948, tastiere-effetti sonori).

La prima formazione è datata 1970, con Graham Simpson, Bryan Ferry e Andy Mackay.
L’ingresso di Brian Eno è datato 1971.

Il nome Roxy Music è dato da Bryan Ferry, dove Roxy è una crasi di “rock” e “sexy”.

L’album d’esordio vede le stampe nel 1972, si chiama come la band e contiene il primo singolo di successo, “Virginia Plain”, che ottiene una dignitosa quarta posizione nella classifica Uk.

Lo stile anticipa di qualche anno i suoni new wave, grazie agli assoli nervosi di Manzanera e Mackay ed alle elaborazioni elettroniche di Brian Eno.

Rik Kenton sostituisce il dimissionario Graham Simpson ma viene subito licenziato.
Gli album che escono tra il 1973 e il 1979 sono “Four your pleasure”, “Another time, another place”, “Diamond head” (che conteneva la famosa “Love is the drug”) e il live “Viva!”.

Dopo un periodo burrascoso tra il 1978 e il 1979, quando alcuni componenti si allontanano dal gruppo, nel 1979 Ferry, Mackay, Manzanera e Thompson ricostituiscono i Roxy Music.

Sono della partita anche Paul Carrack e Gary Tibbs.

Il risultato è “Manifesto”, con qualche concessione dance, che ha come hits “Dance away” ed Angel eyes”.

Nel 1980 esce “Flesh+Blood”, che conteneva “Oh yeah”, “Over you” e “The same old machine”. L’anno successivo vede la luce il 45 giri “Jealous guy”, che è un omaggio a John Lennon. Il brano raggiunge il primo posto della classifica Uk e vi rimane per diverse settimane.

Un’ultima rivoluzione in organico vede la fuoriuscita di Thompson, Carrack e Tibbs e l’ingresso di Neil Hubbard, Alan Spenner e Andy Newmark. Con questi viene registrato “Avalon”.
Seguirà una tournée documentata da “The high road” e un ultimo singolo di successo “More than this”.

Bryan Ferry proseguirà la carriera solistica, mentre Manzanera continuerà con minore fortuna tornando a collaborare con Mackay come Exploders.


Discografia essenziale degli anni ’80:

1980 – Flesh+Blood
1982 – Avalon
1983 – The high road (live)